tè verde proprietà e benefici

Il Tè Verde: proprietà e benefici

Il Tè Verde, una risorsa preziosa.

Quanto si sente parlare di tè verde e dei suoi benefici! Ormai fa parte della nostra quotidianità e probabilmente pensiamo di aver già ascoltato tutto quello che c’era da sapere. Dunque cosa potremmo dire per sorprendervi,che non sia riguardo le sue ormai già note proprietà antiossidanti, l’azione drenante, la stimolazione del metabolismo e l’abbassamento dei livelli di colesterolo nel sangue? Forse siamo annoiati dal tè verde perchè, in effetti, è da secoli che ne vengono decantate le innegabili virtù. A proposito dei benefici del tè verde citiamo qui una delle più popolari dichiarazioni del medico scozzese Thomas Short, famoso per i suoi curiosi scritti che analizzano molti cibi e bevande di uso comune. Nel suo Discourse on Tea  afferma :

“L’ uso del tè è sovranamente raccomandato ai Gentiluomini d’Ingegno Acuto; di costoro potra’ cosi’ essere preservata la continuita’ delle Idee Distinte, e cio’ grazie al di lui ineguagliato potere di eliminare oppure prevenire Sonnolenze e Ottusita’, Offuscamenti e Nuvole del Cervello e delle Facolta’ Intellettuali. Il te’ genera un’ ardente Prontezza, disperde l’ Oppressione, mantiene vigile l’ Occhio e lucida la Testa; anima il Pensiero, infonde rinnovato vigore all’ Invenzione, sveglia I Sensi, purifica Cuore e Mente, mantiene e accresce Idee gia’ per se’ vivaci, eccita I Poteri dell’ Intelletto.”

Ci sembra di capire che già nel 1700 il tè verde fosse molto apprezzato! E non solo per le sue proprietà oggi ampiamente riconosciute a livello medico e terapeutico. Attraverso questa citazione esce fuori un quadro molto più complesso, molto più interessante che riscopriremo alla fine dell’articolo. Il tè verde, oltre ad essere un antibatterico naturale ricco di sostanze antiossidanti, pare risaltare anche per altri effetti connessi : la lucidità mentale e la chiarezza d’intenti.  Ma come può una semplice foglia produrre in noi una tale conseguenza?

 

“Il cervello nella pancia e la pancia nel cuore”.

Si sente spesso dire che il segreto per preservare il benessere di mente e psiche sia una pulizia interiore del corpo, un organismo intossicato influisce fortemente sul nostro stato complessivo. Già gli antichi egizi si erano resi conto dell’importanza che rivestiva mantenere puliti gli organi interni in particolare l’intestino, e oggi è stata resa nota la stretta correlazione tra intestino e cervello. Secondo gli ultimi studi, perciò , mantenere pulito il corpo dà come risultato una sensazione di leggerezza mentale e psichica che ci consente di affrontare meglio ogni aspetto della nostra vita sociale,intellettuale ed emotiva. Incredibile vero? Il tè, nella fattispecie, grazie alle sue proprietà naturali, ha un potente effetto diuretico e disintossicante, e al tempo stesso è una vera miniera di sostanze attive e quindi si rivela perfetto allo scopo di ripulire e dare il giusto supporto al nostro organismo. Sapevate che un intestino pulito reagisce meglio anche alle emozioni e alle sensazioni piacevoli? Infatti in questi casi produce e rilascia Serotonina, un neurotrasmettitore noto anche come l’ormone della felicità. 

“Il cervello intestinale è il motore della vita fisica e di quella emotiva e quindi è responsabile anche del nostro equilibrio psichico, prendiamocene cura con uno stile di vita corretto e sane abitudini alimentari.”  Studio Medico Perrone e Associati

 

Un labirinto di foglie verdi

Una leggenda narra di una storia d’amore, nata tra le foglie di tè, in Cina.

La giovane serva di un commerciante di tè,di nome Yhou, si trovò a trascorrere la notte presso la casa del padrone della piantagione, poichè una ruota del loro carro si era spezzata e non potevano ripartire finchè non fosse stata riparata.

Shennong, Dio dell’agricoltura e del commercio, stava passeggiando nella piantagione quando vide la serva affacciata alla finestra e se ne innamorò. Così attese la sera seguente per poterla vedere ancora.

Ma il fattore della piantagione, rapito dalla bellezza della serva, la mattina seguente la chiese in sposa al suo padrone, il quale accettò in cambio di una grossa somma di denaro.

Quella sera Shennong tornò alla piantagione e vide Yhou affacciata alla finestra che piangeva per il suo triste destino. Il Dio raccolse una foglia di te e volò fino alla sua finestra, porgendole la foglia per asciugarsi le lacrime. e con la foglia asciugò le lacrime di Yhou, dicendo: “Riporta il dolore nella gioia e riporta la gioia nel dolore. il dolore è il lato oscuro della gioia, e la gioia è il lato luminoso del dolore” e scomparve alla sua vista. Improvvisamente tutto il dolore di Yhou svanì, risucchiato assorbito imprigionato purificato nella foglia di tè e in essa purificato.

La giovane scese lentamente le scale e uscì dalla casa verso la piantagione di tè. Giunta davanti si addentrò tra gli arbusti i quali si richiudevano dietro di lei formando meravigliosi ghirigori e intrecciandosi tra loro. Il fattore che aveva udito i suoi passi la inseguì ma di fronte ai suoi occhi trovò che la sua piantagione era mutata, e nel tentativo di addentrarsi si accorse che un labirinto si svolgeva dinnanzi a lui. Un labirinto di verdi fogliami di tè impossibile da superare. Dunque terrorizzato all’idea di smarrirsi il fattore se ne andò.  Yhou proseguiva con passo delicato e sicuro, lentamente giunse al centro del labirinto, dove Shennong la attendeva, e in un turbinio di foglie di tè entrambi svanirono.

 

 

Alcune interpretazioni di questa storia puntano all’intenzione di valorizzare il grande potere racchiuso nel tè verde come pianta officinale, attraverso una serie di metafore.  Altre fonti invece traducono la rappresentazione in chiave alchemica, dove il messaggio si colloca a metà tra la trasmutazione delle emozioni e la capacità di affidarsi al proprio sè superiore,attribuendo al tè verde il ruolo chiave. La conclusione della storia mostra come l’interno possa cambiare l’esteriorità :Il labirinto come manifestazione di un’anima risvegliata che diventa demarcazione tra laddove solo un percorso conoscitivo interiore può portare e le menti offuscate che a loro volta non sono pronte ad attraversarlo.

Ma questa affascinante storia secondo noi ha un duplice intento, quello di fornirci risposte, in base alla nostra interpretazione, e quello di sollevare domande, che il compito più importante in un racconto che si rispetti. E dunque  è davvero tutto qui?  Il tè verde ha assunto nel tempo una connotazione quasi magica, perciò la domanda che ci siamo fatti sorge spontanea ed è la seguente:

Possiede il tè verde proprietà segrete mai svelate?

“Il problema del tè è che originariamente era una bevanda assai buona”. George Mikes

Forse non sapete che il tè nero è stato inventato per puro caso, quando durante un lungo viaggio su una nave mercantile, le preziose foglie provenienti dalla Cina giunsero in Inghilterra “rovinate” dalla fermentazione avvenuta. In realtà più che una rovina fu una vera fortuna per gli Inglesi, che se ne attribuirono la paternità. Ma in realtà, prima di allora, l’unico vero ed originale tè esistente era tradizionalmente quello verde, così prezioso ed esclusivo da essere venduto nelle farmacie ad un prezzo paragonabile circa a 200,00 euro al chilo. La sua ricchezza non si basa solo sulle proprietà terapeutiche ma sulla tradizione millenaria che esso rappresenta. Infatti è un alimento che porta con sè una forte influenza atavica, pregna di significative memorie e di valori mistici.

Il tè verde cela incredibili qualità ,oggi poco conosciute, che hanno conquistato grandi eroi della storia e coraggiose principesse.

Molti influenti personaggi storici sono stati assidui consumatori del tè verde, riservandogli una considerazione quasi religiosa. E’ ad esempio il caso di Mao tse Tung, che per prendersi cura della propria salute preferiva affidarsi all’uso del tè verde, anzichè ascoltare i consigli del suo medico personale. Grazie all’esperienza di questo grande statista possiamo svelarvi una delle proprietà inconsuete del tè verde, ovvero anticariogena e rinforzante dello smalto. La ricetta del colluttorio al tè verde è un toccasana per il nostro sorriso e per la salute della bocca, ed è 100% naturale. Inoltre contrasta la formazione dei batteri nel cavo orale responsabili dell’alito cattivo. E’ sufficiente utilizzarlo come colluttorio tutti i giorni, preparandolo in dose piuttosto concentrata.

Un altro personaggio di grande fascino che vogliamo citare, fu la principessa Yang Guifei, famosa in tutto il mondo per la sua innarrabile bellezza. Ella scoprì e divenne fautrice dei bagni al tè verde, una pratica di salute e di bellezza antica di 1.400 anni. Oltre ai benefici sulla pelle, questo tipo di bagno scioglie le tensioni muscolari e ha un incredibile effetto disintossicante. Inoltre agisce profondamente sulla psiche favorendo uno stato di rilassamento e di equilibrio.

Yang Gufei non fu l’unica principessa orientale a subire il fascino del tè verde e a immergersi nei suoi prodigiosi bagni, molte altre decantate concubine e monarche appartenenti alle dinastie Tang e Ming ne fecero uso, e non è certo un caso che la loro grazia sembrasse essere immune allo scorrere del tempo.

Quasi tutte le preziose proprietà e benefici associati al tè verde sembrano avvolte da un velo metafisico di cui pochi sono a conoscenza,ma che spiegano come mai esso venisse utilizzato dagli antichi monaci e dai mistici come bevanda  spirituale ,per innalzare il proprio stato vibratorio e mantenere in salute il corpo.

Il tè verde è probabilmente tra gli alimenti più longevi e misteriosi, strumento di tramite tra la sapienza antica e il mondo contemporaneo. I suoi prodigiosi effetti sulla salute non vanno ricercati solo nella composizione chimica ma anche nella sua componente energetica, che rende tutto il resto un valore aggiunto.

Utilizzare il tè verde consapevoli di questo, può cambiare il nostro modo di percepire lo stato di salute. In un contesto meditativo, dove la gratitudine ci induce e il benessere è libero di scendere in profondità nel nostro spirito, possiamo davvero sperimentare il massimo beneficio di questa straordinaria eredità millenaria dal fantastico profumo.

Cos’altro potremmo aggiungere riguardo al tè verde, in conclusione, se non un elogio ai suoi meravigliosi fiori bianchi, per non dimenticare mai che bellezza e salute vanno sempre a braccetto, e la natura ne è la piena dimostrazione.

1 pensiero su “Il Tè Verde: proprietà e benefici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *