SuperFood. Cosa sono i super alimenti e come possiamo usarli.

I cosi detti Super Alimenti esistono e si distinguono per il loro incredibile complesso di proprietà funzionali , oppure in alcuni casi, per uno specifico potere officinale molto concentrato ed efficace che li caratterizza.

C’è chi parla dei fantastici dieci, chi di quindici o venti tipi, chi li riduce a cinque o sei al massimo… In verità gli scienziati scoprono ogni anno centinaia di nuove specie vegetali ed è difficile stilare effettivamente una lista che risponda al vero.

La medicina del passato è costellata di antichi rimedi naturali provenienti da tutto il mondo,per lo più preparati con piante giunte nella nostra cultura soltanto di recente, sebbene già utilizzate da secoli in altre tradizioni.

Tra i più alla moda troviamo le bacche di goji , l’alga spirulina, il ginseng e il guaranà, e senza andare troppo lontano i mirtilli, il cacao e l’aglio.

Ogni anno salta fuori puntuale una nuova pianta miracolosa pronta ad approdare sul mercato e ad invadere il web, per offrirci l’immancabile fantomatica soluzione alla maggior parte dei nostri problemi, attraverso uno schema commerciale che si ripete inesorabile. Solo negli ultimi trent’anni la quantità di ritrovati vegetali introdotti nella nostra cultura ha battuto tutti i record precedenti. Bacche, frutta e foglie dalle incredibili proprietà antiossidanti, dimagranti, antietà, antinfiammatorie e cosi via. Il Mercato del benessere naturale si espande e il circo del business senza scrupoli di solito non si fa attendere troppo,sfornando un’attrazione dietro l’altra; talvolta,addirittura,inventando di sana (è proprio il caso di dirlo) pianta…

Ma la verità non ve la dice quasi nessuno.  La verità è che ogni super alimento può considerarsi tale solo in virtù dell’uso che sappiamo farne e della qualità che possiede, ed è questa la vera chiave per poterne saggiare i tanto decantati effetti.

Eccovi alcuni esempi di veri alimenti funzionali, da consumare tal quali, come natura li creò. Oppure alimenti la cui trasformazione è frutto di saggezza tradizionale che ne valorizza il naturale potenziale senza corromperne l’equilibrio.

Per questa volta ne abbiamo scelti 4, che brillano per efficienza e risultati, in modo da poterne approfondire le speciali virtù.

 

Il primo è un superalimento diventato famoso in Italia negli anni 80 che oggi dilaga nell’industria cosmetica: L’ALOE .

L’aloe è una pianta eccezionale, il suo nome popolare è Giglio del deserto, perchè si pensa che le sue origini risalgano al continente africano, anche se non è un informazione certa.

 

L’aloe annovera tra le sue qualità un potere rigenerante e cicatrizzante davvero notevole, una caratteristica che l’ha resa la regina dei prodotti di bellezza e per la cura del corpo. Ma non è solo questo a renderla una pianta speciale. In origine infatti veniva usata dai popoli non tanto come unguento quanto come alimento terapeutico. Nell’antichità veniva considerato un ottimo antidoto contro le intossicazioni alimentari. Pare che la Regina Cleopatra la utilizzasse addirittura come collirio per via del suo effetto lenitivo e decongestionante, mentre nella cultura Maya veniva usato contro il mal di testa.

L’aloe Barbadensis inibisce gli effetti collaterali dei farmaci purificando il corpo dalle scorie, ottimo rimedio quindi per riportare equilibrio e benessere dopo cure intensive, antibiotiche e anche ormonali.

 

Il secondo superalimento di cui vogliamo parlare è il TE’ VERDE.

 

Le sostanze contenute in questo tè che forniscono i maggiori benefici per la salute, sono un tipo particolare di polifenoli chiamati catechine, dalla spiccata azione antiossidante. E’ molto importante aggiungere che solo nel tè verde la presenza di catechine rimane inalterata. Esse neutralizzano letteralmente i radicali liberi rallentando i processi di ossidazione nel corpo tra cui l’invecchiamento cellulare.

Ed ecco una delle domande più frequenti che mi vengono fatte sul tè verde.  E’un eccitante?

Molte persone che non tollerano gli effetti di teina e caffeina, tendono ad escludere il tè a priori, ma in verità l’attività stimolante del tè verde è dovuta ad una sostanza chiamata TEANINA, , che si distingue dall’azione eccitante della teina. La teanina esercita un azione tonica ma possiede uno stupefacente effetto antagonista su caffeina, teina e teofillina (naturalmente presenti ne tè). Il risultato si traduce in effetti ansiolitici, antistress, ipotensivi! Addirittura la teanina favorisce durata e qualità del sonno ed il tè verde ne contiene la maggior concentrazione. Inoltre incrementa la produzione di serotonina e dopamina, agendo positivamente sul buon umore. E scusate se è poco!

 

 

Un altro protagonista forse un po sottovalutato è senz’altro il POLLINE.

Parliamo dei pollini entomofili, ovvero quelli di interesse alimentare.

Questo tipo di polline è uno degli alimenti più completi e bilanciati esistenti in natura. Come il miele e la propoli esso è un prodotto dell’alveare ma non è direttamente elaborato dalle api, le quali semplicemente lo raccolgono dai fiori per usarlo come cibo. Viene comunemente utilizzato come ricostituente, perchè ricco di proteine, amminoacidi, vitamine, enzimi,sali minerali,flavonoidi e molte altre sostanze funzionali. Ma non è solo questo, il polline è un’incredibile fonte di energia,combatte gli stati infiammatori, regolarizza le funzioni intestinali ed epatiche e migliora l’attività intellettuale e la memoria. E se non è abbastanza esistono studi sul polline da lasciare basiti,con tanto di testimonianze sui temi più disparati. Purtroppo la procedura di essiccazione oggi utilizzata per la conservazione, ne sacrifica gran parte delle proprietà. Ma allora come fare per assumerlo? Di certo non tutti abbiamo il nostro apicultore di fiducia, come potrebbe esserlo il panettiere. Ma se avete la fortuna di poter consumare il prodotto fresco è sicuramente la scelta migliore. Non preoccupatevi però, esiste una buona alternativa ed è il polline fresco congelato, acquistabile presso molti negozi biologici ben forniti.

 

Quarto e ultimo protagonista della nostra inchiesta: il GANODERMA LUCIDUM

Il superfood per eccellenza che sembra quasi mettere in ombra tutti gli altri è il Ganoderma Lucidum, il cibo dei re e degli imperatori ai tempi delle grandi dinastie. Appartiene alla famiglia dei funghi ma è più simile ad una corteccia dai brillanti riflessi corallo e viene ad oggi considerato il maggior potenziante naturale del sistema immunitario, riconosciuto dal ministero della salute italiana e dagli organi di competenza in molti altri paesi in tutto il mondo.

Esattamente come l’Aloe esso sviluppa tutto il proprio ricco complesso di sostanze bioattive solo crescendo in modo naturale nelle zone d’origine. Purtroppo pullulano le culture intensive, spesso in condizioni decisamente snaturate, quindi occhio ai dettagli e indagate sulla provenienza prima dell’acquisto.

Detto ciò, il Ganoderma sembra essere il più potente antiossidante naturale finora riconosciuto, utilissimo per rinforzare le difese dell’organismo e considerato il cosmetico numero uno in oriente: ottimo antirughe, rinforza i capelli e ne contrasta la caduta, combatte la cellulite e agisce come tonico e purificante della pelle.

Negli ultimi anni, inoltre,  si stanno moltiplicando gli studi sulle proprietà antitumorali di questa pianta straordinaria.

Perciò facciamo nostri questi preziosi consigli e arricchiamo la nostra vita con ciò che la natura ci sta offrendo e che continua a dispensare da secoli, senza dimenticare che i rimedi naturali vanno integrati nel nostro stile di vita con costanza e assiduità.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *